Progetto Ambiente 2005-06

Dopo aver siglato nello scorso marzo il rinnovo della collaborazione di durata triennale con l’Associazione “Per il Parco” o.n.l.u.s., l’istituto comprensivo Claudio Monteverdi ed il circolo didattico del comune di Porto Mantovano, la Fondazione don Marino Cani ha dato ufficialmente il via ai lavori riguardanti il “Progetto Ambiente” per l’anno scolastico 2005-06. Mercoledì scorso (05 ott. 2005), infatti, presso la sede della Fondazione stessa, si è svolto l’incontro ufficiale per l’organizzazione dei percorsi didattici di educazione ambientale da seguire nelle classi delle scuole coinvolte nel progetto.

Presenti all’evento le esperte dell’Associazione “Per il Parco” o.n.l.u.s., dottoresse Stefania Accordi, Paola Pavesi ed Alessia Goreri, le docenti delle scuole, la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Monteverdi, prof.ssa Luisa Bardini, la dirigente del circolo didattico di Porto Mantovano, dott.sa Carla Carra Lodi Rizzini, oltre ad alcuni rappresentanti della Fondazione: il vice presidente vicario Giovanni Matoti, il consigliere di amministrazione Edgardo Buoli, l’amministratore unico Claudia Sacchi, oltre alla dott.sa Francesca Manzerra. Fra le trenta docenti che hanno partecipato all’incontro, era Presente anche la docente Laura Cottica, alla quale va un sincero ringraziamento avendo per due anni ricoperto in modo eccellente l’impegnativo incarico di responsabile del Progetto Ambiente.

I progetti di lavoro presentati quest’anno dall’associazione “Per il Parco” o.n.l.u.s., sono ben 22, suddivisi per classi e ordine di scuola (dell’Infanzia e Primaria), e coinvolgeranno più di 750 scolari di Porto Mantovano. Lo scopo di questi lavori sarà come sempre quello di offrire la possibilità a tutti gli alunni di avvicinarsi da protagonisti al mondo delle scienze naturali, tramite argomenti da sviluppare ed approfondire in classe mediante attività pratiche, oltre a possibili escursioni in ambiente per osservare in prima persona il mondo naturale. Come aveva inoltre sottolineato l’assessore provinciale all’ambiente ed ecologia, Maurizio Sali, durante la firma del rinnovo delle Convenzioni, questi lavori serviranno «a far crescere nelle nuove generazioni una sensibilità precoce verso la tutela del nostro patrimonio ambientale e storico, che è attualmente in grave crisi. Occorre, infatti, un maggior rispetto e valorizzazione, anche culturale, dell’ambiente che ci accoglie e ci fornisce i mezzi per la vita».

Questi i nomi dei progetti che saranno affrontati durante l’anno scolastico: Le cinque chiavi (i cinque sensi per conoscere il mondo); I quattro elementi (aria, acqua, terra, fuoco); Hai paura del lupo cattivo? (mettiti nei suoi panni!); Da fogli a fogli (creare un libro con carta riciclata); A pranzo con… (ricerca sulle catene alimentari); Il tesoro nel sacco (ecologia, riciclaggio e consumo responsabile); Dedicato alle piante (introduzione alla botanica); Guarda il becco e poi le zampe (introduzione al birdwatching); Amata Terra (un pianeta da scoprire); Stelle, pianeti & C. (laboratorio di astronomia); Topografi si diventa (leggere e interpretare le carte); Il fiume (dall’Adamello alle Valli del Mincio); Pioverà? (laboratorio di meteorologia); Una fisica… bestiale! (ci vuole energia per affrontare il mondo); Lo scienziato in dispensa (la magia quotidiana della chimica).